Informazioni personali

La mia foto
Amo riflettere e ragionare su quanto vedo e sento.

Benvenuto nel mio blog

Dedicato a quei pochi che non hanno perso, nella babele generale, la capacità e la voglia di riflettere e ragionare.
Consiglio, pertanto, di stare alla larga a quanti hanno la testa imbottita di frasi fatte e di pensieri preconfezionati; costoro cerchino altri lidi, altre fonti cui abbeverarsi.

Se vuoi scrivermi, usa il seguente indirizzo: mieidee@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

06 gennaio 2011

INDIGNATEVI! di Stéphane Hessel - Traduzione Cap. 5° 6° 7°

A coloro che vivranno il 21° secolo, diciamo con il nostro affetto:
CREARE È RESISTERE. RESISTERE È CREARE.


Non è un giovane estremista di sinistra, non è un cattivo maestro; Stéphane Hessel è un signore di 93 anni, francese d'origine ebrea, che è stato diplomatico, membro della Resistenza francese contro il nazi-fascismo e co-autore della Dichiarazione Universale dei  Diritti umani. 

L'ultimo suo lavoro editoriale, Indignez Vous! - quasi testamento morale e politico di un uomo impegnato, giunto alla fase conclusiva della vita - mi ha colpito sin dal titolo. L'ho tradotto e lo sto leggendo con grande interesse perchè sono convinto che di questo sano e forte sentimento d'indignazione noi, qui e ora, in Italia abbiamo un estremo bisogno. Avevo pubblicato, perciò, la mia traduzione del pamphlet di Hessel con l'avvertenza che ciò che l'autore attribuisce al Consiglio della resistenza francese, noi possiamo, a buon diritto, attribuirlo alle indicazioni della nostra amata Costituzione. 

 Ho ricevuto, purtroppo, questa mail dal responsabile della Add editore:
Buongiorno, le scrivo da Add editore perché ho visto che sul suo blog ha pubblicato la traduzione di Indignatevi. 
La nostra casa editrice ha comprato i diritti italiani per questo testo e le chiedo quindi di togliere immediatamente le traduzioni in quanto la loro pubblicazione viola i diritti sul copyright. Spero che possa rimuovere il testo al più presto. Grazie, Stefano Delprete
Credevo di fare cosa utile per la diffusione, anche in Italia, di un testo che ho letto con grande piacere e che volevo circolasse gratuitamente tra i miei amici. Ma il copyright è sacro, pertanto sono costretto, con mio disappunto, a tagliare la traduzione del volumetto di Stéphane Hessel, rinviando gli eventuali lettori alla pubblicazione dello stesso da parte della Add editore, nella speranza che veda la luce al più presto. Grazie 

I governi, per definizione, non hanno coscienza - Albert Camus 
P.S.: Qualche volta anche le case editrici. I miei amici privati possono, comunque, trovare la mia personale traduzione nelle mie pagine di fb. La stessa può essere richiesta per e-mail.

7 commenti:

  1. Jacopo Santarossa7.1.11

    Grazie al tuo impegno ho avuto la possibilita' di leggere Indignatevi!, e te ne sono molto grato. Volevo tuttavia sollevare un problema visivo: il testo giallo sul fondo nero rende la lettura piuttosto difficoltosa. Se cambi il testo in bianco e non in grassetto o viceversa, o il fondo bianco, la lettura sara' migliore, ed il tuo pregevole lavoro valorizzato.
    Ad ogni modo grazie.
    Saluti, Jacopo

    Jacopo

    RispondiElimina
  2. Anonimo14.1.11

    Segnalo a tutti gli interessati che la rivista Internazionale (settimanale che raccoglie articoli di giornali di tutto il mondo) uscita oggi in edicola contiene alle pagine 34 e seguenti diversi articoli proprio su Stéphane Hessel e il suo Indignez-vous!
    Buona lettura!
    Lidia

    RispondiElimina
  3. raffaella isidori16.1.11

    Attendo trepida che il libro venga pubblicato (che poi se sono 30 pagine non capisco il ritardo nella messa in vendita, ma tant'è)... attendo di leggere quello che ha scritto un uomo di 93 anni (che ha quindi 50 anni più di me) che ha *fatto* cose nella vita (non solo polemizzato) con il timore di trovarmi d'accordo con lui quando così tante persone della mia età o più giovani sembrano aver semplicemente abdicato il diritto al pensiero, alla moralità, alla socialità, al dire NO di fronte alle ingiustizie più palesi e più bieche che abbiamo ogni giorno davanti agli occhi...
    Attendo trepida delle conferme, purtroppo, che il declino e il degrado siano ormai inevitabili e che sarà possibile risorgere solo da gravi "smottamenti"...

    RispondiElimina
  4. Ringrazio Jacopo, anche per il consiglio tecnico. Ritengo, però, che il giallo sul nero produca meno fastidio del bianco. Grazie all'anonimo per la segnalazione.
    A Raffaella dico che il volumetto del vecchio Hessel in Francia ha smosso le acque, riscuotendo un grande successo specialmente tra i giovani. Anche in Italia già qualcosa si muove. Hessel non aggiunge molto a quanto già sappiamo ma la sua voce è autorevole e scuote tanti 'narcotizzati' dai media che il potere politico, soprattutto in Italia controlla in modo insopportabile. Buona lettura

    RispondiElimina
  5. Roberto Liotti25.1.11

    Grazie a Victor ho potuto leggere il contenuto dell'appello di Hessel dal titolo esortativo "Indignatevi". Ciò che più colpisce è la forza d'animo e la fierezza che vuole trasmettere alle nuove generazioni. Prescindendo dal merito che è opinabile in alcune parti e volendone importare lo spirito, si presta ad una riflessione profonda sui valori e sugli obbiettivi politici che dovrebbero caratterizzare una forza di sinistra nel XXI secolo, tale da richiamare le giovani generazioni all'impegno politico.

    RispondiElimina
  6. mauro la spisa29.3.11

    Ad ogni epoca il suo campanello d'allarme.La letteratura delle o sulle crisi di civiltà è ampia ma oggi la narcosi è più perniciosa perchè smorza la volontà di reagire. Così Hessel torna a proposito perchè,come sostiene Morin, l'imprevisto è sempre alle porte. Ecco la diffrenza tra le termiti e l'uomo.

    RispondiElimina
  7. resistere per creare.
    indignarsi per resistere.
    creare per sperare che non sia scontato che i nostri figli abbiano meno prospettive di quante ne avevamo noi alla loro età.
    grazie victor

    RispondiElimina

Stai per lasciare un commento? Lo leggerò volentieri ma ti chiedo per correttezza di firmarlo. In caso contrario sarò costretto a cestinarlo.
Ti ringrazio, Victor

Il miglior motore di ricerca