Informazioni personali

La mia foto
Amo riflettere e ragionare su quanto vedo e sento.

Benvenuto nel mio blog

Dedicato a quei pochi che non hanno perso, nella babele generale, la capacità e la voglia di riflettere e ragionare.
Consiglio, pertanto, di stare alla larga a quanti hanno la testa imbottita di frasi fatte e di pensieri preconfezionati; costoro cerchino altri lidi, altre fonti cui abbeverarsi.

Se vuoi scrivermi, usa il seguente indirizzo: mieidee@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

24 marzo 2011

Quando la guerra capita a fagiolo

Mentre tutte le prime pagine dei giornali e i programmi tv di approfondimento si dedicano alla guerra in Libia, fanno il resoconto delle bombe sganciate e dei danni prodotti, discettano sulla catena di comando e avanti così, arriva la Prescrizione breve per gli incensurati con l'emendamento Paniz 4-bis; arriva Saverio Romano all'Agricoltura (transfuga Udc ed esponente di spicco dei responsabili del Pid), indagato per concorso esterno in associazione mafiosa e per corruzione finalizzata al favoreggiamento di Cosa Nostra. E ancora: per finanziare il Fus (Fondo unico per lo spettacolo) e per cancellare la contestata tassa di 1 euro sui biglietti del cinema, il governo decide di aumentare l'accisa sui carburanti di 1-2 centesimi. (Come se non bastasse che già il 70/100 del costo di un litro di carburante è costituito da accise ed imposte che andrebbero ridotte piuttosto che aumentate). 

Tutto questo mentre cresce il divario economico tra nord e sud; la disoccupazione colpisce specialmente i giovani e le donne, in modo particolare nel sud; non si parla più di riforma fiscale e più equa distribuzione della ricchezza; cresce l'evasione fiscale che nel 2010 in termini di imposte sottratte all'erario ha raggiunto i 176 miliardi di euro l'anno, con percentuali record al Nord. (Dati di Professione Finanza)
Solo il federalismo fiscale rimane ancora in campo. Per Tremonti addirittura è lo strumento che permetterà di dire basta a quel meccanismo per cui i poveri delle regioni ricche finanziano i ricchi ladri delle regioni povere
Ma vedi a cosa va a pensare il ministro dell'Economia al fine di produrre equità!

Nel suo Rapporto su redditi, disuguaglianza e povertà del 2010, l’Ocse ha rilevato un aumento del divario tra ricchi e poveri che colpisce i tre quarti dei 30 paesi che fanno parte dell’organizzazione, ma l'Italia si trova nella non lodevole lista degli stati in cui, in più, si assiste anche ad un aggravamento del divario tra i più abbienti e la classe media.

Ormai, dunque, gli argomenti all'O.d.G. sono le bombe, i missili, le reazioni di Gheddafi, i contrasti fra i volenterosi, i fondamentalisti arabi, il terrorismo, e avanti così. 
Come strumenti di distrazione di massa sono di gran lunga più efficaci delle vergognose telenovelas costruite dalla tv intorno alla morte di Yara e Sara e alla scomparsa delle due gemelline.

Chissà quando la nostra classe politica troverà il tempo e il modo di affrontare i reali problemi del Paese!

Nessun commento:

Posta un commento

Stai per lasciare un commento? Lo leggerò volentieri ma ti chiedo per correttezza di firmarlo. In caso contrario sarò costretto a cestinarlo.
Ti ringrazio, Victor

Il miglior motore di ricerca