Informazioni personali

La mia foto
Amo riflettere e ragionare su quanto vedo e sento.

Benvenuto nel mio blog

Dedicato a quei pochi che non hanno perso, nella babele generale, la capacità e la voglia di riflettere e ragionare.
Consiglio, pertanto, di stare alla larga a quanti hanno la testa imbottita di frasi fatte e di pensieri preconfezionati; costoro cerchino altri lidi, altre fonti cui abbeverarsi.

Se vuoi scrivermi, usa il seguente indirizzo: mieidee@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

16 giugno 2011

Se Brunetta è un ministro, io sono Santa Giovanna D'Arco


Alle sue uscite credevamo di essere già abituati; e alla sua sgradevolezza pure. Ma questa volta ha perso decisamente il controllo definendo i precari che volevano interloquire con lui, l’Italia peggiore. Nel video che pubblica successivamente in yutube, rincara la dose e definisce i giovani che lo avevano contestato   signori un po’ attempati che non hanno niente da fare che organizzare agguati. Con giornali compiacenti, pieni di precari
D'altra parte, l'emerito Stracquadanio, per spiegare l'esito del referendum e la contestazione al ministro Brunetta si esprime così: Per forza noi non vinciamo su Internet. Loro hanno un esercito di impiegati pubblici che dalle due alle dieci di sera stanno a casa e non hanno un cazzo da fare, è ovvio che hanno il tempo di montare un casino sulla Rete.



Dell'on. ministro Brunetta gustatevi queste altre chicche: 
A sinistra sono tutti dei poveretti, la superiorità dei dirigenti del centrodestra è indiscutibile.
Volevo vincere il premio Nobel, lo avrei vinto, ma ho scelto la politica. 
Questa élite di merda! La sinistra per male vada a morire ammazzaa!
Ovvio: le donne uscivano dall’ufficio per fare la spesa e poi tornavano furtivamente.
Non posso camminare per strada senza che mi dicano: ‘Ministro vada avanti!’

Io lo apprezzo soltanto nelle impareggiabili imitazioni di Crozza delle quali fornisco sotto un esempio.



A chi pensasse di presentare una mozione di sfiducia individuale nei confronti dell'on. ministro, io dico che non serve; sarebbe come considerare all'altezza della situazione tanti altri ministri e personalità di questo governo, a partire dall'uomo di Stato che li ha scelti e nominati. 
Occorre, invece, avere nervi saldi e continuare a denunciare le loro malefatte. Saranno in grado di affossarsi da soli e tutti insieme.

Nessun commento:

Posta un commento

Stai per lasciare un commento? Lo leggerò volentieri ma ti chiedo per correttezza di firmarlo. In caso contrario sarò costretto a cestinarlo.
Ti ringrazio, Victor

Il miglior motore di ricerca