Informazioni personali

La mia foto
Amo riflettere e ragionare su quanto vedo e sento.

Benvenuto nel mio blog

Dedicato a quei pochi che non hanno perso, nella babele generale, la capacità e la voglia di riflettere e ragionare.
Consiglio, pertanto, di stare alla larga a quanti hanno la testa imbottita di frasi fatte e di pensieri preconfezionati; costoro cerchino altri lidi, altre fonti cui abbeverarsi.

Se vuoi scrivermi, usa il seguente indirizzo: mieidee@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

24 giugno 2011

"Quest'uomo e la cricca di cui s'è circondato hanno trasformato il Paese in un bordello"


Questo è il commento di Corrado Augias ad una lettera pubblicata su la Repubblica di oggi a proposito di Bisignani e intercettazioni. Condivido totalmente sia la lettera che il commento, e quest'ultimo ho il piacere di ripubblicare.


Questa lettera era arrivata quattro giorni fa, talmente giusta l'intuizione che se ne sono subito accorti anche nel PDL: le intercettazioni sono una delle poche vere armi di cui la magistratura disponga in un Paese dove, come sostiene l'accusa, può esistere  ai massimi livelli  "un'associazione per delinquere organizzata e mantenuta in vita allo scopo di commettere un numero indeterminato di reati contro la pubblica amministrazione". Anche la reazione immediata è stata semplice: bloccare tutto. Nessuno deve sapere che l'astuto Bisignani teme che Berlusconi possa cadere e andare a processo e  "con le regole normali, lo condannano sicuro, finisce la festa per tuttii". Ogni volta che escono verbali d'intercettazione si capisce meglio perché il presidente del Consiglio li tema. Non è la privatezza dei cittadini a preoccuparlo, figurarsi! Un uomo che ha trafficato, insieme a suo fratello, con verbali illecitamente sottratti.
È che l'uomo è circondato da lestofanti, gente rotta a tutto, pregiudicati che continuano a frequentare gli uffici del governo, il suo domicilio pubblico e semi-privato. Che vergogna vedere gente di questa risma frequentare la presidenza del Consiglio dei ministri come se fosse casa sua. Quest'uomo e la cricca di cui s'è circondato hanno trasformato il Paese in un bordello, in senso proprio e nel senso dantescamente figurato. Per questo si vorrebbe impedire in ogni modo che la verità finisca sui giornali. Esattamente per le stesse ragioni è bene che gli italiani che nulla hanno da nascondere continuino a battersi. Per sapere. In uno dei suoi non rari slanci di autocompiacimento, l'astuto Bisignani ha detto  "assumere informazioni è il primo passo del potere".  Di quel  "potere" vorremmo poter usufruire anche noi. (Corrado Augias)

Nessun commento:

Posta un commento

Stai per lasciare un commento? Lo leggerò volentieri ma ti chiedo per correttezza di firmarlo. In caso contrario sarò costretto a cestinarlo.
Ti ringrazio, Victor

Il miglior motore di ricerca