Informazioni personali

La mia foto
Amo riflettere e ragionare su quanto vedo e sento.

Benvenuto nel mio blog

Dedicato a quei pochi che non hanno perso, nella babele generale, la capacità e la voglia di riflettere e ragionare.
Consiglio, pertanto, di stare alla larga a quanti hanno la testa imbottita di frasi fatte e di pensieri preconfezionati; costoro cerchino altri lidi, altre fonti cui abbeverarsi.

Se vuoi scrivermi, usa il seguente indirizzo: mieidee@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

01 marzo 2012

TAV - NO TAV: Appello al Presidente del Consiglio

Dopo solo 7 giorni dal lancio dell'iniziativa, oltre tredicimila persone hanno già sottoscritto l'Appello al Presidente del Consiglio Mario Monti, promosso da Sergio Ulgiati (Università Parthenope, Napoli), Ivan Cicconi (Esperto di infrastrutture e appalti pubblici), Luca Mercalli, (Società Meteorologica Italiana), Marco Ponti (Politecnico di Milano) e sostenuto da 360 Professori, Ricercatori e Professionisti, per un ripensamento del progetto di nuova linea ferroviaria Torino–Lione. 

Con le firme che i cittadini stanno aggiungendo all'Appello si chiede che il Presidente del Consiglio riceva i promotori che intendono illustrargli le criticità del progetto e il saldo negativo costi-benefici dello stesso. 


Firma anche tu la sottoscrizione al fine di ottenere un serio ripensamento, anche al livello politico e istituzionale, relativamente a fattibilità e sostenibilità dell'opera. 




****************************************** 



Ps: non voglio entrare nel merito del problema perché non ne ho le competenze ma solidarizzo con gli abitanti della Val di Susa. La mega-opera che i Valsusini non vogliono assomiglia tanto al Ponte sullo Stretto che, per fortuna, rimarrà soltanto nei costosi progetti e piani esecutivi. (Solo di progetti, burocrazia e trivellazioni è già costato 300 milioni di euro. Esiste ancora una società pubblica che paga stipendi e butta via risorse). 

L'Italia avrebbe bisogno, un grande bisogno, di opere di risanamento e manutenzione: le scuole pubbliche e gli ospedali cadono a pezzi; il territorio - da Nord a Sud - è in uno stato di dissesto pauroso; le periferie urbane vivono un degrado insopportabile; le ferrovie e le strade nel Sud del Paese sono in una condizione vergognosa, da 3° mondo. 

Qui si potrebbe e dovrebbe investire nell'interesse dei cittadini e guardando al futuro! 

Nessun commento:

Posta un commento

Stai per lasciare un commento? Lo leggerò volentieri ma ti chiedo per correttezza di firmarlo. In caso contrario sarò costretto a cestinarlo.
Ti ringrazio, Victor

Il miglior motore di ricerca